vai al contenuto della pagina vai al menu di navigazione
 

Follia. I Classici - XV edizione

5, 12, 19, 26 maggio. L’ingresso è a inviti. Gli inviti potranno essere ritirati, fino ad esaurimento, il martedì precedente ciascuna serata, dalle ore 17 alle ore 19, in via Zamboni 32, piano terra.

dal 05/05/2016 alle 21:00 al 26/05/2016 alle 23:00

Dove Aula Magna di Santa Lucia, via Castiglione 36, Bologna

Contatto di riferimento

Aggiungi l'evento al calendario

Come si misuravano Gerusalemme, Atene e Roma con il fenomeno della “follia”, che oggi, proprio quando è rimossa – perché confinata in spazi dedicati o perché affidata alle soluzioni della psichiatria – si prende la rivincita ed esplode, improvvisa e violenta, nelle nostre vite collettive e individuali?

Colpisce la ricchezza del vocabolario antico di fronte al nostro, così povero e impoverente. Il greco indica la “follia” o come “deviazione” dalla norma – frequenti i composti in para-, da cui il nostro “paranoia” – o come stato di possessione anche divina (lyssa, oistros, mania), o semplicemente come “malattia” (nosos). Il latino fa eco con i composti in de- (delirus, “chi esce dal solco”, deliratio, delirium, demens e dementia); con furor (che è, come mania, “passione totalizzante”); con insania, vesania o altri sinonimi di “malattia”. Noi deriviamo “follia” dal “vuoto” (follis è il “mantice”, da cui ciò che è gonfio d’aria, “testa vuota”, “matta”).

Per gli antichi la “follia” è uno stato di anormalità, certo, ma non un fenomeno univoco da isolare e  rimuovere: ne fanno fede i quattro percorsi qui scelti, dal VII sec. a.C. alle soglie della modernità.

Questo problema doloroso dell’individuo e dell’io, oggi aggravato dalla nostra condizione di eremiti di massa, è soltanto oggetto della letteratura o della medicina? Non è piuttosto una responsabilità della società e della politica?

giovedì 5 maggio 2016, ore 21.00
FUROR ET AMOR
Ivano Dionigi
Lucrezio, La natura
Interpretazione: Anna Bonaiuto
Esecuzioni musicali: Giuseppe Fausto Modugno
Regia: Claudio Longhi

giovedì 12 maggio 2016, ore 21.00
FUROR ET MORS
Salvatore Natoli
Sofocle, Aiace
Interpretazione: Laura Marinoni, Massimo Popolizio, Giulio Maria Corso, Giuseppe Lanino, Mario Pirrello
Regia: Claudio Longhi

giovedì 19 maggio 2016, ore 21.00
VOX CLAMANTIS
Gabriella Caramore
Antico e Nuovo Testamento
Interpretazione: Manuela Mandracchia, Sandra Toffolatti, Mariángeles Torres
Regia: Claudio Longhi

giovedì 26 maggio 2016, ore 21.00
SANA INSANIA
Massimo Cacciari
Leon Battista Alberti, Momo
Interpretazione: Donatella Allegro, Nicola Bortolotti, Michele Dell’Utri, Simone Francia, Lino Guanciale, Diana Manea, Eugenio Papalia, Simone Tangolo
Esecuzioni musicali: Olimpia Greco
Drammaturgia: Lino Guanciale
Regia: Claudio Longhi